Primo incontro transnazionale: Vienna (Austria), 21-27 febbraio 2019
#2 • 23/11/2020

Primo incontro transnazionale: Vienna (Austria), 21-27 febbraio 2019

Il 21 febbraio nove persone da ciascuno dei 5 paesi partecipanti sono arrivate a Vienna: 3 membri dello staff, 3 insegnanti e 3 studenti complessivamente 45 persone.
Il 22 febbraio per tutti i partecipanti sono iniziati i lavori, in particolare per lo staff si sono tenuti incontri per la parte gestionale ed amministrativa, per le insegnanti e gli studenti sono stati organizzati dei laboratori con lezioni di disegno e progettazione dei lavori, nonché sul metodo del codice colore. Al fine di rendere più valido il processo di apprendimenti, i partecipanti sono stati divisi in due gruppi: le insegnanti austriache sono state la signora Gertrude Cvach, la signora Lisi Pichler, la signora Franziska Potmann, la signora Heidelinde Sixt e la signora Gabriele Weber. Le lezioni teoriche e pratiche sono state sul merletto denominato Torchon. Per gli studenti il compito era di realizzare un segnalibro in due colori, in seguito i più bravi potevano realizzare un sacchetto per confetti colorato, seguendo il disegno con il metodo del codice colore. Gli insegnanti dovevano realizzare un sacchetto porta erbe sempre con il metodo Torchon.
Domenica 24 febbraio tutto il gruppo ha visitato il "Museum für angewandte Kunst", dove viene esposta una mostra permanente sul merletto.
In aggiunta ai workshop sono state tenute due conferenze: una di Mr. Gerhard Meisinger su filati naturali e sintetici, cotone, lino, lino, seta, lana e viscosa, poliammide, poliestere ecc..... utilizzati per la lavorazione del merletto a tombolo. E un'altra della signora Marianne Stang sulla storia del merletto e la sua evoluzione, a partire dal XV secolo ad oggi. Le conferenze è stata accompagnata da numerose foto.
Il primo incontro transnazionale è stato un vero successo. L'organizzazione dei partner austriaci è stata eccellente, e i partecipanti non solo hanno imparato a lavorare con il metodo Torchon, ma anche a comunicare e scambiare esperienze e conoscenze dei propri territori. La diversità delle lingue non è stato di ostacolo alla comunicazione.
Tornando a casa tutti i partecipanti dovranno condividere le loro esperienze con gli studenti ed i colleghi rimasti a casa trasmettendo loro quanto imparato in Austria consentendo così a più persone di venire a conoscenza delle diverse tecniche e storie del merletto a tombolo.

Condividi bobbinlacee.it
Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi via e-Mail
Condividi su WhatsApp